Storia

UNA ONLUS PER REALIZZARE UN SOGNO

L’organizzazione internazionale Progetto Sorriso nel Mondo – Onlus offre un servizio chirurgico altamente specializzato per la cura di bambini affetti da malformazioni del viso e ustioni in Paesi in via di sviluppo, quali Bangladesh, Congo e Guatemala.

Le malformazioni del viso sono tra i difetti congeniti più frequenti in tutto il mondo e colpiscono in media un bambino su mille.
Nei Paesi ricchi, vengono trattate a pochi mesi di vita e l’impressione dell’uomo comune è che non esistano più. Nei Paesi poveri, spesso mancano le competenze, le risorse e, di fatto, non vengono trattate adeguatamente.


LA PRIMA ESPERIENZA IN BANGLADESH

L’esperienza di Progetto Sorriso nel Mondo nasce nel 1997, quando un gruppo di volontari italiani organizza un’attività chirurgica specialistica per la cura e il trattamento delle malformazioni facciali dei bambini in un Paese dove spesso una malformazione del viso, del labbro e del naso porta alla totale emarginazione sociale, o all’abbandono per i bambini e per le loro madri.

Un ospedale missionario del Bangladesh, il Santa Maria Sick Assistance gestito dai Padri Saveriani e dalle Suore di Maria Bambina, rappresenta la prima esperienza in questo ambito. Con il susseguirsi degli anni, le esperienze diventano delle vere e proprie ‘missioni’ annuali, il gruppo si trasforma in un’équipe strutturata e costituita da chirurghi, anestesisti e infermieri che si alternano in diversi periodi dell’anno presso lo stesso ospedale, in modo da operare il maggior numero di piccoli pazienti che confluiscono dalle aree circostanti Khulna, la cittadina sede dell’ospedale.

Nel 2003, dopo sei anni di attività, il gruppo di volontariato sceglie di darsi una forma giuridica che consenta la realizzazione e l’espansione dell’attività chirurgica. Nasce l’Associazione Internazionale “Progetto Sorriso nel Mondo”- ONLUS.

Nel 2009, l’Associazione sostiene la ristrutturazione dell’Ospedale di Mymensingh, un piccolo Centro di Medicina Generale situato nel Nord del Paese, che oggi si prospetta come una struttura adeguata all’esecuzione di interventi ad alta specializzazione, a chirurgie ricostruttive per malformazioni congenite e per esiti di ustione, a lunghe degenze, oltre a costituire un riferimento per la formazione di personale locale medico e paramedico. Attualmente, le missioni chirurgiche annuali in Bangladesh sono cinque: tre presso il Santa Maria Sick Assistance di Khulna e due presso l’Ospedale di Mymensingh.


L’ATTIVITA’ IN AFRICA

Dal 2005, forte di una struttura consolidata e dell’esperienza accumulata negli anni, Progetto Sorriso nel Mondo estende il proprio impegno e la propria organizzazione a favore dei bambini del Burundi, presso l’Ospedale Provinciale di Bubanza, in collaborazione con Fima (Fondazione Italiana Medici per l’Africa). Anche questo Paese è schiacciato dalla povertà e da una annosa guerra civile che rende l’assistenza sanitaria difficilmente praticabile e l’emarginazione dei bambini malformati particolarmente odiosa.

Nel 2007, nel segno della continuità del servizio per il Burundi e per i Paesi confinanti, prosegue la sua attività chirurgica presso l’Ospedale di Gitega, nel cuore del Paese, e attiva un blocco operatorio realizzato dal Console Onorario del Burundi in Italia, Coll. Gianni Catelli.

Nel 2008, in occasione della quarta missione in Africa di Progetto Sorriso, inizia un’importante collaborazione con l’Hôpital Général De Référence d’Uvira nella Repubblica Democratica del Congo, realizzata grazie a una serie di contatti sviluppati negli anni con i missionari Saveriani, con le suore Piccole Figlie dei SS. Cuori di Gesù e Maria di Parma e con gli operatori in ambito sanitario presenti sul territorio. In questa località, sul confine tra Congo e Burundi, a poca distanza dal Ruanda, Progetto Sorriso stabilisce il centro della rete di contatti e servizi realizzata nei tre anni precedenti e crede che questa località possa essere strategica per sviluppare un centro sanitario specialistico vista la facilità con la quale è possibile far affluire i pazienti anche da altre nazioni.

L’Associazione intraprende, oltre al trattamento chirurgico delle malformazioni facciali durante le annuali e continuative missioni future dedicate ai bambini provenienti dal Congo e dai vicini Ruanda e Burundi, anche progetti socio-sanitari e assistenziali, affinché si crei un rapporto duraturo di sviluppo delle competenze medico-chirurgiche dell’Ospedale, in termini condivisione di know-how, di formazione del personale e di fornitura di apparecchiature necessarie alla crescita della struttura.

A conferma del progetto formativo, nel 2009, l’Associazione promuove la stipula di un accordo bilaterale tra l’Università Milano-Bicocca e l’Università UEA-Bukavu, sud Kivu, Repubblica Democratica del Congo, finalizzato al sostegno didattico-formativo dell’Ospedale di Uvira, utilizzato dall’università di Bukavu come centro ospedaliero di riferimento per la formazione e l’attività pratica degli studenti della Facoltà di Medicina. Sono state, inoltre, previste attività didattiche in altre sedi e nell’ambito di altri corsi di laurea attivi presso l’Università congolese come Agraria e Economia.

Inoltre, sempre nel 2009, a sostegno dell’attività chirurgica e di protezione sanitaria dell’Ospedale congolese, Progetto Sorriso realizza un impianto per la produzione di ipoclorito di sodio, un disinfettante destinato a diversi ambiti sanitari, quali la disinfezione delle superfici calpestabili, la sanificazione degli ambienti chirurgici, la potabilizzazione dell’acqua a bassissimo costo. Il progetto è di particolare rilevanza per il presidio ospedaliero, in quanto consente l’autosufficienza della struttura in tutte le procedure di sanificazione.


L’ATTIVITA’ IN GUATEMALA

Nel 2008, in Guatemala, perfeziona un progetto già partito nel 2006 con l’attivazione del blocco operatorio presso l’Ospedale di Zaragoza gestito dalle Suore Somasche, in collaborazione con l’Associazione “Giuseppe e Giovanna Clerici”. L’Ospedale costituisce la sede operativa delle missioni chirurgiche in Guatemala e dell’attività di formazione del personale medico e infermieristico locale.

L’attività istituzionale della ONLUS non si limita, infatti, al solo contributo chirurgico, ma organizza una serie di azioni volte alla diffusione dei principi di base dell’educazione sanitaria, alla formazione di personale medico e paramedico locale, al riconoscimento e all’affermazione della dignità umana dei bambini e delle loro famiglie.

Inoltre, l’Associazione organizza eventi quali mostre fotografiche, spettacoli teatrali e la redazione di pubblicazioni a divulgazione e sostegno del cuore pulsante dell’attività medica. Per questa ragione, anche esperti di comunicazione, di organizzazione e imprenditori si sono uniti al personale sanitario per migliorare e accrescere il servizio e le potenzialità di Progetto Sorriso.

La base totalmente volontaria dell’attività permette di realizzare gli interventi chirurgici a costi bassissimi: 150 Euro per intervento. Questa, oltre all’impegno e all’entusiasmo dei partecipanti, la vera forza dell’Associazione.

In questi anni, abbiamo cercato di realizzare un sogno mai finito. Esso si rinnova ogni volta che riceviamo richieste di aiuto che riusciamo a incontrare ed esaudire. Per farlo, abbiamo bisogno di raccogliere e condividere energie e sostegno finanziario. Soprattutto, abbiamo bisogno di condividere il nostro sogno.

Attuale presidente di Progetto Sorriso nel Mondo è Andrea Di Francesco, socio-fondatore e direttore dell’Unità Operativa Semplice di Chirurgia Maxillo-Facciale Pediatrica presso l’Azienda Ospedaliera Sant’Anna di Como.